Ultimi Articoli

Adriana Albini tra le cento donne più influenti al mondo

Adriana Albini tra le cento donne più influenti al mondo

24 Novembre 2020

La docente di Patologia generale all'Università di Milano-Bicocca è l'unica...

Lactoferrin. Structure and Function

Lactoferrin. Structure and Function

24 Novembre 2020

About this book Lactoferrin is an intriguing protein with an...

Does bovine lactoferrin prevent late-onset neonatal sepsis?

Does bovine lactoferrin prevent late-onset neonatal sepsis?

24 Novembre 2020

Prevention of late-onset neonatal sepsis (LOS) in infants born very...

ROMAISON 2020 Roma, una Maison straordinaria: archivi e produzioni dei laboratori di Costume

ROMAISON 2020 Roma, una Maison straordinaria: archivi e produzioni dei laboratori di Costume

24 Novembre 2020

Continua la programmazione digitale della mostra:una vera e propria piattaforma...

First exhaustive review of fossils recovered from Iberian archaeological sites

First exhaustive review of fossils recovered from Iberian archaeological sites

24 Novembre 2020

Shark tooth fossil Despite being rare, fossils nonetheless appear to...

Analysis of Measles-Mumps-Rubella (MMR) Titers of Recovered COVID-19 Patients

Analysis of Measles-Mumps-Rubella (MMR) Titers of Recovered COVID-19 Patients

24 Novembre 2020

Abstract The measles-mumps-rubella (MMR) vaccine has been theorized to provide...

Cataratta da Cortisone

Cataratta da Cortisone

24 Novembre 2020

La cataratta è una patologia oculare caratterizzata dall'opacizzazione del cristallino,...

L’anima irrequieta dei pianeti

L’anima irrequieta dei pianeti

23 Novembre 2020

Un gruppo di studiosi del Dipartimento di Ingegneria civile edile...

  • 1
  • 2
Ottobre 2020
Venerdì, 30 Ottobre 2020 14:07

La seconda giovinezza dei muscoli


Scoperta una molecola in grado di attivare la rigenerazione delle cellule muscolari fino all'età geriatrica. Lo studio, frutto della collaborazione tra la Sapienza e laboratori europei e statunitensi, apre la strada a nuove possibilità terapeutiche anche per i soggetti affetti da patologie neuromuscolari. La ricerca è pubblicata sulla rivista Nature Cell Biology

Con l’avanzare dell’età i muscoli tendono a perdere parte della massa, e dunque della forza, oltre che la capacità di ripararsi e rigenerarsi in seguito a traumi o danni. Aumenta così nelle persone più anziane il rischio della perdita di autonomia e di una maggiore fragilità.

Un nuovo studio internazionale, coordinato dall’Università Pompeu Fabra di Barcellona con la partecipazione di numerosi laboratori, tra cui quello del gruppo di Antonio Musarò della Sapienza Università di Roma, e pubblicato sulla rivista Nature Cell Biology, ha permesso di individuare il potenziale meccanismo che permetterebbe di mantenere giovani le cellule staminali dei muscoli nei soggetti anziani. Si tratta di un fattore di trascrizione, FoxO, che regola l’espressione genica, quella serie di eventi che traducono le informazioni contenute in un gene e che portano alla formazione di una proteina.

Pubblicato in Medicina

 

The new SARS-CoV-2 variant 20A.EU1 has spread widely across Europe. Visualization of sequence numbers (diameter of circles), color-coded by country. Bottom right: The “family tree” of sequences of the new variant (color-coded by country) indicates that 20A.EU1 traveled between countries multiple times. (Visualization: Nextstrain, Mapbox, OpenStreetMap) 



Researchers from Basel and Spain have identified a novel SARS-CoV-2 variant that has spread widely across Europe in recent months, according to an un-peer-reviewed preprint released this week. While there is no evidence of this variant being more dangerous, its spread may give insights into the efficacy of travel policies adopted by European countries during the summer.

In Europe alone, hundreds of different variants of the new coronavirus SARS-CoV-2 are currently circulating, distinguished by mutations in their genomes. However, only very few of these variants have spread as successfully and become as prevalent as the newly identified variant, named 20A.EU1.

The researchers at the University of Basel, ETH Zürich in Basel and the SeqCOVID-Spain consortium analyzed and compared virus genome sequences collected from Covid-19 patients all across Europe to trace the evolution and spread of the pathogen (see box). Their analysis suggests that the variant originated in Spain during the summer. The earliest evidence of the new variant is linked to a super-spreading event among agricultural workers in the north-east of Spain. The variant moved into the local population, expanding quickly across the country, and now accounts for almost 80% of the sequences from Spain.

Pubblicato in Scienceonline



The TECASOS group of the UJI and the GIQUIMA group of the UPV have analysed the reuse of three types of recycled materials for producing conglomerates and moving towards a low-carbon economy.

A study carried out by researchers from the Universitat Jaume I (UJI) and the Universitat Politècnica de València (UPV) has shown that recycled materials of ceramic origin can replace up to 25% of Portland cement and, in this way, increase the sustainability thresholds of the construction sector while moving towards a low-carbon economy. The results of this work have been published in the Journal of Cleaner Production.

«We have studied several parameters, such as the resistance, microstructure, structure and the sustainability of the materials in reuse thresholds of 0 to 50%, for example, and we have concluded that the use of these recycled materials can reach 25% in cement-based conglomerates, thus decreasing environmental impact», says UJI lecturer and researcher Lucía Reig.

More information:


https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0959652620337586


https://ruvid.org/ri-world/study-shows-that-ceramic-waste-can-replace-25-of-portland-cement-and-increase-the-sustainability-of-construction-works/

Pubblicato in Scienceonline


Ricercatori della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS e dell’Università Cattolica, campus di Roma hanno dimostrato che quasi un paziente su 5 (il 16,7%) dei guariti dalla sindrome Covid-19 continua ancora a essere positivo al tampone per il coronavirus per alcune settimane.

È quanto emerso da uno studio pubblicato sull'American Journal of Preventive Medicine e condotto dal professor Francesco Landi del Dipartimento di Scienze dell'Invecchiamento, Neurologiche, Ortopediche del Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS e docente Facoltà di Medicina e chirurgia all’Università Cattolica, campus di Roma.

Lo studio ha coinvolto 131 pazienti Covid-19: si è visto che 22 dei pazienti (16.7%), pur rispettando tutti i criteri per terminare la quarantena, hanno continuato a presentare il tampone positivo. La probabilità di restare positivi al SARS-CoV-2 è più alta tra coloro che presentano ancora dei sintomi.

Pubblicato in Medicina


Anche le tartarughe sono in grado di formare gerarchie sociali ed è così che competono per il cibo, per il partner e per il territorio. A dimostrarlo uno studio dei ricercatori dell’Unità per la Conservazione della Biodiversità del Dipartimento di Scienze dell’Ambiente e della Terra dell’Università di Milano-Bicocca.

Le ricerche hanno riguardato lo studio del comportamento di alcuni esemplari di tartaruga palustre europea (Emys orbicularis galloitalica), i cui risultati sono stati recentemente pubblicati sulla rivista scientifica Animals (https://doi.org/10.3390/ani10091510).

Le tartarughe sono state studiate durante la fase di allevamento in condizioni controllate (headstarting), attuata per ridurne drasticamente la mortalità post-natale in natura, nell’ambito di un progetto di reintroduzione della specie nel Parco regionale di Montevecchia e della Valle del Curone (Lecco), dopo la sua estinzione locale avvenuta presumibilmente circa un secolo fa.

I ricercatori hanno osservato l’insorgere di diversi comportamenti sociali tra le giovani tartarughe. Durante la somministrazione di cibo, gli studiosi hanno registrato tentativi di morso sia alla testa sia alla coda e anche delle simulazioni di monta, che negli animali non ancora maturi sessualmente assume un significato diverso da quello riproduttivo.

Pubblicato in Ambiente

 

Roma entra nel racconto contemporaneo della Moda con il progetto Romaison 2020.

Fino al 29 novembre in mostra al Museo dell’Ara Pacis, gli archivi e le produzioni delle più importanti sartorie di Costume romane, tra tradizione e sperimentazione, dove l’ispirazione stabilisce una reinvenzione continua del concetto di abito. Nella volontà di creare un evento per la città che generi altri appuntamenti, il Mattatoio ospiterà la prima della performance “Embodying Pasolini”: TILDA SWINTON interpreta il progetto diretto da Olivier Saillard, realizzato con i costumi creati per i film di Pier Paolo Pasolini.

 

Si apre il 23 ottobre ROMAISON 2020, la prima edizione del progetto fortemente voluto dalla Sindaca Virginia Raggi, con cui Roma entra nel racconto contemporaneo della Moda, mostrandosi come laboratorio progettuale straordinario dove l’alto artigianato convive con l’archivio.
Due mondi unici che esprimono la profonda cultura del Made in Italy: la conoscenza e lo studio dell’archivio, insieme all’espressione creativa del nostro comparto artigiano, attraverso arti visive, fotografia, costume e cinema. Una nuova possibilità per la città, che apre i suoi luoghi storici a progetti e iniziative dedicate alla ricerca e alla cultura di moda, fuori dalle sovrastrutture dell’industria, partendo dalle radici artigianali del proprio territorio, per tradurle nel flusso di una contemporaneità digitale e tecnologica.

Pubblicato in Arte
Mercoledì, 28 Ottobre 2020 09:54

Caccia, vittoria ambientalista anche in Sicilia



La Regione condannata a pagare 2.000 Euro di spese processuali

Caccia al Coniglio selvatico sospesa in tutta la Sicilia: lo ha deciso ieri il TAR Palermo che, accogliendo l’ennesimo ricorso di Legambiente LIPU e WWF, ha stabilito (ordinanza n. 2222/2020) che il decreto del 28 settembre dell'Assessore regionale all’Agricoltura Edy Bandiera - con cui riapriva la caccia nonostante una prima sospensiva del medesimo TAR sul Calendario venatorio - era illegittimo perché posto in violazione dell'ordine del giudice.


Un mese fa l’Assessore Bandiera, infatti, aveva emanato il decreto n. 102/Gab per adeguare il Calendario venatorio all’ordinanza del 26 settembre del TAR che, come noto, aveva sospeso per tutta la stagione la caccia al coniglio, nonché l’uso del furetto, la caccia alla volpe a settembre, la caccia alle specie migratorie pavoncella e moriglione, l’abbattimento di fagiano e starna e la caccia a gennaio alla beccaccia. Ma tale decreto recepiva tutte le censure del Tribunale tranne una, quella – appunto – sullo stop alla caccia al coniglio. Con una solerzia degna di ben altre cause, infatti, l’Assessore riapriva la caccia al piccolo mammifero in tutte le Province della Sicilia (dove ormai presenta popolazioni drasticamente ridotte e subisce una pressione venatoria eccessiva), in palese contrasto col dovere di rispettare la decisione del Giudice amministrativo.

Pubblicato in Ambiente
Martedì, 27 Ottobre 2020 13:38

Arriva lo zuccherometro

 

Durante le feste di Natale aumenta il consumo dolciumi quindi di zucchero, che è già pericolosamente eccessivo nei bambini e adolescenti. In aiuto a genitori e pediatri è stato realizzato un tool che consente di calcolare lo zucchero che ogni giorno si consuma rispetto a quello che si dovrebbe consumare, proponendo delle alternative sane e con meno zucchero.

Lo Zuccherometro (calcolatore quotidiano di zucchero) è un tool fruibile da smartphone, tablet o PC realizzato dai nutrizionisti e pediatri impegnati nel servizio di Educazione Nutrizionale Grana Padano, il settore del Consorzio Grana Padano che promuove e diffonde da oltre dieci anni i principi dell’equilibrata alimentazione. L’innovativo programma, di supporto a pediatri, scuole e famiglie, potrà essere utilizzato dal medico e dal dietista nell’ambito dell’anamnesi alimentare, in aula come strumento didattico e in famiglia per guidare il genitore verso una scelta più responsabile degli alimenti per i propri figli, al fine di combattere il consumo eccessivo di zucchero che compromette la salute dei nostri ragazzi e prevenire malattie gravi come l’obesità e il diabete.

Pubblicato in Medicina

La trombosi “è il capolinea di una patologia vascolare cronica nascosta ed evolutiva, talvolta anche acuta, che interessa arterie o vene”, afferma il Dott. Michel Praquin, specialista in angiologia e responsabile di branca presso il Poliambulatorio Specialistico San Raffaele Termini. A determinarla è la presenza di un trombo (coagulo di sangue nel vaso sanguigno) in un’arteria o in una vena. “I fattori responsabili e i sintomi dell’occlusione sono molto diversi a seconda del vaso interessato, arterioso oppure venoso”.

Differenza fra trombosi arteriosa e trombosi venosa

La trombosi dell’arteria avviene generalmente in modo progressivo: “le placche ateromasiche (accumulo di lipidi) si depositano lungo le pareti con conseguente riduzione progressiva del flusso verso i rami distali, fino all’occlusione del vaso portatore e l’ischemia del territorio di esso dipendente”. Fattori di rischio possono essere: “l’invecchiamento o il fumo, oppure patologie come il diabete, le dislipidemie, l’iperomocisteinemia, l’ipertensione arteriosa così come l’obesità e la vita sedentaria, senza tralasciare la familiarità”.

Pubblicato in Medicina


Prestare troppa attenzione al proprio smartphone in presenza dei figli peggiora le relazioni familiari e ha possibili ripercussioni sul benessere psicologico dei ragazzi. È il risultato dello studio di Milano-Bicocca, appena pubblicato sul Journal of Social and Personal Relationships, che rivela come l’uso pervasivo dei device digitali, anche durante i momenti riservati tradizionalmente alle relazioni, abbia ripercussioni negative sul benessere psicologico dei giovani, in particolare degli adolescenti.

Lo studio, dal titolo “Mom, dad, look at me”: The development of the Parental Phubbing Scale, è il frutto della collaborazione multidisciplinare tra ricercatori del Dipartimento di Psicologia di Milano-Bicocca - Luca Pancani e Paolo Riva - e di Sociologia e ricerca sociale dell’ateneo – Tiziano Gerosa e Marco Gui.

Alla base dello studio, il cosiddetto fenomeno del “phubbing” (termine composto da “phone”, telefono cellulare, e “snubbing”, snobbare) comportamento per cui le persone, in contesto sociale, ignorano l’interlocutore per prestare attenzione al proprio smartphone. Ad oggi, il phubbing è principalmente studiato all'interno delle relazioni lavorative e di coppia e la ricerca mostra che chi subisce phubbing ha ripercussioni negative sul proprio benessere psicologico, svaluta la relazione con i colleghi o il partner e, nei casi più gravi, arriva a sviluppare sintomi depressivi.

Pubblicato in Scienza generale
Pagina 1 di 7

Medicina

Adriana Albini tra le cento donne più influenti al mondo

Adriana Albini tra le cento donne più influenti al mondo

24 Novembre 2020

La docente di Patologia generale all'Università di Milano-Bicocca è l'unica...

Paleontologia

Scoperto un nuovo fossile in Sudafrica che documenta processi microevolutivi in una specie estinta di ominini

Scoperto un nuovo fossile in Sudafrica che documenta processi microevolutivi in una specie estinta di ominini

10 Novembre 2020

Il cranio fossile di Paranthropus robustus rinvenuto a Drimolen fa ipotizzare che le condizioni...

Geografia e Storia

Dalle viscere della Terra nuove informazioni sui primi minuti di vita dell’Universo

Dalle viscere della Terra nuove informazioni sui primi minuti di vita dell’Universo

12 Novembre 2020

Grazie a misure accurate della reazione nucleare che conduce alla produzione di elio leggero,...

Astronomia e Spazio

L’anima irrequieta dei pianeti

L’anima irrequieta dei pianeti

23 Novembre 2020

Un gruppo di studiosi del Dipartimento di Ingegneria civile edile e...

Scienze Naturali e Ambiente

Il Black Friday è alla porte, ma la natura non è scontata

Il Black Friday è alla porte, ma la natura non è scontata

23 Novembre 2020

Il Black Friday è ormai alle porte ed è facile imbattersi...

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery