Ultimi Articoli

TRASFORMARE LA CO2 DA PROBLEMA A RISORSA

TRASFORMARE LA CO2 DA PROBLEMA A RISORSA

19 Aprile 2021

È stata presentata oggi alle imprese del territorio CO2 Circle...

SARS-CoV-2: L’INQUINAMENTO ATMOSFERICO DA PARTICOLATO NON INCREMENTA TRASMISSIONE

SARS-CoV-2: L’INQUINAMENTO ATMOSFERICO DA PARTICOLATO NON INCREMENTA TRASMISSIONE

19 Aprile 2021

Non è stata rilevata presenza di RNA del virus Covid-19...

Elefanti nani e piccioni giganti: regola o eccezione delle specie che abitano le isole?

Elefanti nani e piccioni giganti: regola o eccezione delle specie che abitano le isole?

19 Aprile 2021

Uno studio internazionale, svolto in collaborazione con la Sapienza, spiega...

I “droni molecolari” aprono a nuove frontiere di materiali

I “droni molecolari” aprono a nuove frontiere di materiali

19 Aprile 2021

La ricerca dell’Istituto per lo studio dei materiali nanostrutturati del...

Mais viola: dalla sua pannocchia coloranti naturali e integratori alimentari

Mais viola: dalla sua pannocchia coloranti naturali e integratori alimentari

16 Aprile 2021

L’Università degli Studi di Milano ha pubblicato su "ACS Sustainable...

Organ on chip: l'importanza della comunicazione cellulare

Organ on chip: l'importanza della comunicazione cellulare

16 Aprile 2021

Dispositivo organ-on-chip per lo studio delle interazioni cellulari Sviluppato un...

Studio su Nature: ecco come proliferano i tumori

Studio su Nature: ecco come proliferano i tumori

16 Aprile 2021

La ricerca del Bambino Gesù, condotta in collaborazione con l'Università...

È stato firmato ieri un accordo tra l’Agenzia Spaziale Italiana e l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA): per cinque anni ci sarà una strategia condivisa per l’osservazione della Terra. Verranno identificate le priorità in materia ambientale che possono essere affrontate attraverso l’utilizzo delle tecnologie e delle infrastrutture spaziali dell’ASI.

È stata l’occasione per visitare il Centro di e-GEOS e il Centro di Geodesia Spaziale “Giuseppe Colombo”, ma anche una giornata dedicata a un importante incontro con i rappresentanti di Commissione Europea e ISPRA. “Questa visita – ha dichiarato il presidente dell’Agenzia Spaziale italiana, Roberto Battiston - è stata un'opportunità eccellente di verificare le grandi potenzialità delle facilites nel settore della Geodesia e dell'Osservazione della Terra anche nell'ottica della sua utilizzazione nel contesto del Collaborative Ground Segment nazionale del programma flagship Copernicus dell'Unione Europea e del programma italiano COSMO-SkyMed”.

Quattro anni fa era stata realizzata un’analoga iniziativa riguardante la fornitura dei dati satellitari, ma era rivolta esclusivamente alla comunità scientifica. Questa volta, invece, con l’apertura al settore privato, c’è una fondamentale novità: anche piccole e medie imprese, start-up e spin-off nazionali rientrano tra i destinatari delle due ‘Open Call’, bandite dall’Agenzia Spaziale italiana per sviluppare applicazioni innovative di uso civile.

Medicina

SARS-CoV-2: L’INQUINAMENTO ATMOSFERICO DA PARTICOLATO NON INCREMENTA TRASMISSIONE

SARS-CoV-2: L’INQUINAMENTO ATMOSFERICO DA PARTICOLATO NON INCREMENTA TRASMISSIONE

19 Aprile 2021

Non è stata rilevata presenza di RNA del virus Covid-19...

Paleontologia

Il genoma dei primi Sapiens europei, tra antenati neandertaliani e discendenti asiatici

Il genoma dei primi Sapiens europei, tra antenati neandertaliani e discendenti asiatici

09 Aprile 2021

I più antichi uomini moderni che hanno abitato l'Europa, vissuti circa 45.000 anni fa,...

Geografia e Storia

Studio internazionale guidato da UniTo identifica per la prima volta i terremoti caratteristici dei processi di innesco e formazione delle faglie

Studio internazionale guidato da UniTo identifica per la prima volta i terremoti caratteristici dei processi di innesco e formazione delle faglie

14 Aprile 2021

Pubblicato sul Journal of Geophysical Research - Solid Earth permetterà nuove strategie di monitoraggio...

Astronomia e Spazio

Icarus: un’antica galassia nana caduta nella Via Lattea

Icarus: un’antica galassia nana caduta nella Via Lattea

19 Febbraio 2021

Michele Cignoni dell’Università di Pisa ha collaborato alla ricerca dell’INAF studiando...

Scienze Naturali e Ambiente

TRASFORMARE LA CO2 DA PROBLEMA A RISORSA

TRASFORMARE LA CO2 DA PROBLEMA A RISORSA

19 Aprile 2021

È stata presentata oggi alle imprese del territorio CO2 Circle Lab...

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery